Residenza Quadrifoglio è una nuova unità di offerta che rientra nell’ambito della Convivenza Assistita e si identifica come “Servizio di residenzialità temporanea per disabili”.

Destinatari
Sono destinatari del Servizio, di norma, persone disabili maggiori di 18 anni di età .
La Residenza ospita soggetti con le seguenti caratteristiche:

  • assenza di significativa problematicità psichiatrica
  • assenza di significativa problematicità sanitaria
  • capacità di stabilire relazioni affettive nell’ambito del piccolo gruppo

I progetti di Convivenza Assistita
I progetti di Convivenza Assistita della Residenza Quadrifoglio rappresentano un’offerta di servizi diversificati a carattere di sollievo o residenziale, e si configurano come possibilità di un luogo di vita che accoglie e si prende cura di ogni ospite, garantendo il soddisfacimento dei bisogni primari, affettivi e di relazione, supportando la famiglia di origine.
Le Convivenze Assistite si collocano all’interno di una rete di servizi territoriali rivolti alla disabilità , attraverso la stretta collaborazione con i Servizi socio sanitari e i Servizi sociali di base, che accompagnano la persona durante tutto l’arco di vita, e con un raccordo continuo con i Servizi diurni (CDD, SFA ...) affinchè gli ospiti possano svolgere attività di tipo formativo/produttivo o di impegno anche in una realtà esterna alla Residenza.
Residenza Quadrifoglio, inoltre, ritiene fondamentale la collaborazione con le famiglie, che considera non solo bisognose di supporto, ma anche ricche di risorse concrete. Per questo ricerca con loro un’alleanza che permette di condividere la gestione della quotidianità , coinvolgendole il più possibile direttamente nella scelta degli interventi più adeguati.

Residenza Quadrifoglio è collocata al secondo piano di uno stabile situato in Via Don Primo Lucchinetti, 43 a Mese (So), di proprietà del Comune di Mese e ceduto in locazione triennale a Nisida Società Cooperativa Sociale.
Lo stabile è dotato di un ampio ascensore e privo di barriere architettoniche.
L’appartamento che ospita la Residenza è stato recentemente ristrutturato e così organizzato: 1 locale grande adibito a cucina, sala da pranzo e soggiorno; 2 camere singole; 1 camera doppia; 1 bagno attrezzato; 1 bagno per gli operatori.

La Residenza vuole essere uno spazio flessibile dove poter costruire progetti individualizzati che possano rispondere alle necessità del singolo e della famiglia per ciascun soggetto in accordo con altri Servizi territoriali, al fine di:

  • sostenere la persona disabile e la famiglia in momenti di difficoltà o crisi;
  • svolgere un’azione preventiva rispetto al rischio di perdita totale dell’autonomia favorendo l’esercizio delle capacità della vita quotidiana;
  • favorire percorsi propedeutici alla vita in strutture residenziali.
  • mantenere la persona nel proprio ambiente di vita favorendo rapporti sociali e affettivi;
  • consentire una qualità della vita accettabile e condivisa;
  • prevenire l’isolamento creando momenti di socializzazione e nuovi legami che vadano oltre la cerchia familiare;
  • offrire un’alternativa alla istituzionalizzazione;

Le tipologie di offerta di Residenza Quadrifoglio sono state costruite attraverso una fase di sperimentazione di progetti di “autonomia” e “momenti di sollievo” rivolti a soggetti disabili adulti.

  • Il supporto a ore
    Il supporto a ore risponde alla necessità di molte famiglie di avere un luogo disponibile all’accoglienza del disabile oltre l’orario di apertura dei Servizi diurni, su cui potersi appoggiare per particolari esigenze che non consentono, per un’ora o per mezza giornata, di farsi carico del famigliare (es. visita medica, riunioni o semplicemente per fare la spesa), e dando la possibilità alla persona disabile di trascorrere momenti piacevoli in compagnia di altre persone durante le ore tardo pomeridiane.
  • L’ospitalità
    La Residenza offre un sollievo temporaneo alla famiglia in momenti di grave affaticamento fisico e psicologico, con tempi e modalità concordate con i familiari stessi.
    Inoltre per le persone disabili che ne usufruiscono è la concreta possibilità di rispondere al desiderio di vita indipendente, in piccoli gruppi amicali.
    L’ospitalità temporanea non intende sostituirsi alla famiglia, ma anzi, chiede a questa la massima condivisione ed un elevato coinvolgimento.
  • La residenzialità temporanea
    E’ la possibilità di abitare stabilmente, di norma per un periodo non superiore a tre mesi, presso la Residenza Quadrifoglio sentendosi in “famiglia”, in un luogo che è riferimento sicuro, soprattutto in senso affettivo, ed in cui sono garantite cura ed assistenza.
    Offre ad ogni disabile un proprio spazio personale dove vivere l’intimità e tenere le proprie cose e gli oggetti più cari e significativi.

Per accedere ai servizi della Residenza Quadrifoglio le famiglie interessate si possono rivolgere a Nisida Società Cooperativa Sociale o all’Associazione Il Quadrifoglio compilando il modulo di richiesta, scaricabile dal sito.
E’ possibile per le famiglie interessate visitare la struttura, previo appuntamento con il Coordinatore.
Una volta valutata positivamente la richiesta di inserimento presso la Residenza, il Coordinatore provvede a dare inizio al percorso incontrando il futuro ospite, la famiglia e l’eventuale referente del Servizio inviante accompagnandoli nella conoscenza degli spazi della Casa, delle modalità di lavoro e delle opportunità offerte, nonchè per condividere un percorso individualizzato sulla persona.

Presso la Residenza sono impegnati stabilmente operatori in possesso di competenze adeguate allo svolgimento dell’importante compito di cura e di presenza educativa ed affettiva necessarie agli ospiti: Coordinatore, Educatori professionali, A.S.A. e O.S.S.

Residenza Quadrifoglio

Via Don Primo Lucchinetti, 43
23020 MESE (So)

Tel. 0343/48057 " Cell. 3457930076

email: residenzaquadrifoglio@nisida.coop

 

 

 
scarica la "Carta dei servizi" scarica la "Richiesta ingresso"